SPIRITO TRAIL • The Maffettone Method

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

The Maffettone Method

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

Re: The Maffettone Method

Messaggioda Sylvain IT » 05/12/2017, 14:57

ap77 ha scritto:io non riesco proprio a tollerarlo, però vorrei insistere quanto meno per verificare se dopo 40-50 gg mi porta dei miglioramenti.


Questo uso di questo approccio all'allenamento mi sembra non funzionare: non è fatto per farti fare i tuoi PB dopo 50 gg, è fatto per farti correre a lungo (come sportivo dilettante), mantenendoti integro, e sostanzialmente i miglioramenti dovrebbero esser visti cosi:

- allenamento alla come la va la va, ogni tot ti fai male, ogni tot ri fermi, ogni tot riparti dunque indietro.
- allenamento alla Maf, non ti fermi mai, quindi nel tempo, prendendo dei punti a caso sul lungo termine, dovresti avere un'ottima probabilità di essere più performante che se ti fossi fermato tot volte.

Io vedo che facendomi male 2 volte quest'anno, sono ad un livello pietoso, ossia andando avanti cosi, grosso modo potrei sperare di fare meglio ogni tanto, ma anche peggio, insomma progressi inesistenti e confort/piacere non ottimi.

Quindi per il 2018, zero obbiettivi di corse da fare, tanto non ho fatto niente di ciò che mi ero previsto nel 2017, però obbiettivo portare queste pulsazione verso il basso e aumentare questa frequenza di passi.
Sylvain IT
 
Messaggi: 131
Iscritto il: 20/09/2016, 15:23

Re: The Maffettone Method

Messaggioda mircuz » 05/12/2017, 15:45

Il MAF dovrebbe servire per costruire una base aerobica (per chi inizia a correre o riprende dopo un infortunio, per chi è stressato da allenamenti troppo intensi/gare, per chi vuole indurre il fisico a bruciare meglio i grassi, ecc...) su cui in una fase successiva inserire allenamenti di maggiore intensità a livello di soglia cardiaca. Fare sempre e solo MAF sinceramente lo trovo abbastanza alienante. Poi se questa è l'unica soluzione per continuare a correre allora meglio di niente....
Per i miei gusti è un protocollo troppo rigido.
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1325
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: The Maffettone Method

Messaggioda TeoMatte » 05/12/2017, 16:37

Ormai sono 4 settimane che ho incominciato una tabella "invernale" che prevede allenamenti non esasperati (le ripetute però non le faccio, non mi piacciono proprio), e allora mi dedico a 2 allenamenti a settimana, corti eh, molto corti.
Il primo prevede 8km a ritmo veloce e il secondo 12km a ritmo lento, senza dislivello anche se dove abito io non siamo propriamente in piano.
Inutile dire che quello a ritmo veloce per me, è sempre sulla soglia massima....179-180 battiti.
Ma, e qui viene il bello...da quando ho provato a correre il medio di 12km impostando il cardio con la soglia del MAF ho visto dei miglioramenti bestiali anche solo con un allenamento a settimana del MAF (quindi sul programma attuale sono al 50-50).
Dapprima riuscivo appena 1-2km a stare dentro poi dovevo camminare e rallentare tanto, ieri invece ho sforato solo l' ultimo km, ma il bello è che la media della corsa è identica a quando ero sempre 10-12 battiti più alto sugli stessi km.
Inutile dire che per quanto siano pochi km (per ora) quando termino l'allenamento sono molto rilassato e per niente stanco.
Spero di migliorare ancora, e però completo gli allenamenti con altri giorni nei quali mi dedico agli addominali e tavoletta propiocettiva, foam roller, stretching...nell'insieme sto facendo la metà dei km ma molto meglio e molto più veloce!
TeoMatte
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 11/02/2017, 22:11

Re: The Maffettone Method

Messaggioda Paso » 06/12/2017, 9:52

TeoMatte , credo che i tuoi miglioramenti siano da imputare piu' agli 8 km in soglia anaerobica, piuttosto che al medio settimanale ;-)
E poi per giudicare bene, bisogna valutare da che situazione arrivi, se ti allenavi pochissimo o nulla, anche il volume settimanale ha la sua incidenza.
Avatar utente
Paso
 
Messaggi: 1185
Iscritto il: 05/10/2012, 14:20
Località: Pianbosco (VA)

Re: The Maffettone Method

Messaggioda mircuz » 06/12/2017, 10:22

La penso come Paso riguardo al miglioramento. Un allenamento a settimana a ritmo MAF non porta nessun miglioramento, stanne certo. Per adottare il MAF e vedere se funziona è necessario correre praticamente tutti i giorni. Se migliori con due soli allenamenti a settimana vuol dire che probabilmente sei partito da un livello basso (relativamente al tuo livello). Per uno allenato con due sedute a settimana al massimo mantieni il livello, non migliori. Se parti da zero, all'inizio migliori poi ti stabilizzi.
Bisogna dire però che la psicologia fa la sua parte :mrgreen:
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1325
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: The Maffettone Method

Messaggioda TeoMatte » 06/12/2017, 20:48

In effetti sono ripartito con calma dopo un problema al ginocchio e ricaduta che mi hanno compromesso questo anno di belle scorrazzate e garette :roll: .
Ora ho optato per ridurre i carichi di lavoro e riprendere con una tabella soft invernale per iniziare a programmare il 2018.
Ma quindi il MAF è utile solo se si corrono 5-6 giorni a settimana?? :roll:
TeoMatte
 
Messaggi: 89
Iscritto il: 11/02/2017, 22:11

Re: The Maffettone Method

Messaggioda Paso » 07/12/2017, 10:19

Si, secondo me gli allenamenti a ritmo blando danno risultati solo aumentando notevolmente i volumi di allenamento (rispetto alla media individuale).
Avatar utente
Paso
 
Messaggi: 1185
Iscritto il: 05/10/2012, 14:20
Località: Pianbosco (VA)

Re: The Maffettone Method

Messaggioda francescogro » 07/12/2017, 22:30

Concordo con Paso e mircuz, è da un po' che mi sto studiando il librone giallo di Maffetone, anche lui dice che i miglioramenti si misurano nell'arco di mesi, non settimane.
E bisogna considerare che il suo target di atleti di riferimento era gente che si allena per gare come Ironman, che si allena tutti i giorni.

Il metodo MAF lo trovo come un'ottima linea guida per allenarsi
- in modo leggero per il fisico (es riprendendo post infortunio, trovo utile avere un razionale per tenermi a bada ed evitare di accelerare troppo e risvegliare il problema)
- allenando specificamente la componente aerobica (molto interessante il concetto di aerobic speed, ovvero la potenza che riusciamo a esprimere con la sola componente aerobica)
francescogro
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 18/09/2017, 15:15

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti