SPIRITO TRAIL • La motivazione, obbiettivo o metodo?

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

La motivazione, obbiettivo o metodo?

Preparazione, alimentazione, gestione gara

Moderatore: NoTrail

La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda mircuz » 13/03/2019, 21:33

Apro un piccolo sondaggio ispirato da qualche argomento simile letto su IRunFar, mi pare.
Voi che tipo di runner siete? Quello motivato da un obbiettivo, cioè scrivete il nome di una gara bella grossa sul calendario e poi ogni giorno andate ad allenarvi inseguendo quel traguardo, oppure siete un runner metodico, di quello che corre e si allena a prescindere, come stile di vita, e poi casualmente vi trovate anche a fare qualche gara?
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 2179
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda Giammab76 » 14/03/2019, 7:35

Sicuramente ti direi subito obbiettivo..
devo sottolineare il fatto che comunque a prescindere c'è il piacere che mi da fare esercizio fisico, quella sensazione stupenda che hai a fine allenamento.. e sopratutto l'uscita della domenica, il pianificare il tracciato, uscire e stare in mezzo alla natura da solo o con amici..
però ti dico obbiettivo perchè io senza un obbiettivo non riesco ad allenarmi in un certo modo, e perdo sicuramente il metodo.. poi bisognerebbe dire che spostando il mio interesse su gare lunghe l'obbiettivo è diventato più una sfida con me stesso che con gli altri, quindi nell'ultimo anno ho cambiato parecchio il modo di intendere le gare..adesso le gare che faccio sono in buona parte in preparazione a cio che voglio preparare e sto cercando di imparare a godermi il percorso e testare materiali e strategie alimentari più che la competizione (anche se sono abbastanza competitivo di carattere)..
Giammab76
 
Messaggi: 219
Iscritto il: 13/05/2017, 11:25
Località: PIACENZA

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda Beppogo » 14/03/2019, 8:19

Giammab76 ha scritto:però ti dico obbiettivo perchè io senza un obbiettivo non riesco ad allenarmi in un certo modo, e perdo sicuramente il metodo.. poi bisognerebbe dire che spostando il mio interesse su gare lunghe l'obbiettivo è diventato più una sfida con me stesso che con gli altri, quindi nell'ultimo anno ho cambiato parecchio il modo di intendere le gare..adesso le gare che faccio sono in buona parte in preparazione a cio che voglio preparare e sto cercando di imparare a godermi il percorso e testare materiali e strategie alimentari più che la competizione (anche se sono abbastanza competitivo di carattere)..


All’inizio inizio solo metodo, ho dovuto capire le mie coordinate, poi una volta che ho stabilito piu o meno cosa fare e dove posso arrivare con un tot di km e disl. mi sono posto un piccolo obbiettivo un trail molto corto, adesso sto cambiando verso il metodo obbiettivo, ma non è semplice.
Avatar utente
Beppogo
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 01/03/2019, 15:21
Località: Lugano

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda gogo » 14/03/2019, 8:42

Io mi alleno x mantenere il mio fisico sano, forte, atletico e perché sono abituato agli allenamenti da 35 anni!!!
Sono ritornato ad essere metodico con la speranza di evitare infortuni e perché ho un coach che altrimenti mi cazzia (giustamente, altrimenti non servirebbe a nulla averlo) ma, sbagliando, di obiettivi me ne pongo pochissimi nel senso che mi piace avere la libertà di decidere che gara fare e quando farla a seconda della mia voglia e della mia testa;
Peccato però che così facendo trovo spesso le iscrizioni chiuse x raggiunto limite di concorrenti o mi precluda il fatto di fare gare blasonate con preiscrizione molti mesi prima...ma me ne sono fatto una ragione ;)
Avatar utente
gogo
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 13/02/2013, 14:16
Località: Parabiago (MI)

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda martin » 14/03/2019, 9:21

Secondo me il fatto di avere un obiettivo è importante ma, non deve diventare il solo scopo da proseguire e tantomeno deve diventare una misura del nostro valore - cioè, se riesco conseguire questo obiettivo allora sono forte/figo, se non riesco sono un fallito. Identificare troppo con l'obiettivo ci porta su una strada potenzialmente pericolosa e fuorviante. Investire sul metodo (process nel articolo originale in inglese - vedi sotto in italiano) invece porta quasi sempre a risultati tangibili e misurabili.

Un piccolo contributo alla discussione:

https://www.italyontrail.com/allenament ... obiettivo/
Avatar utente
martin
 
Messaggi: 2123
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda Ico » 14/03/2019, 9:47

L'obiettivo è il metodo, non il risultato o meglio la motivazione è la direzione da seguire, come diceva giustamente il sommo Martin è il processo che ci permette di stare bene e magari ottenere buoni risultati, a meno che il processo non diventi ossessione :roll:
Avatar utente
Ico
 
Messaggi: 1362
Iscritto il: 31/01/2013, 14:21
Località: Canavese

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda rondo » 14/03/2019, 10:04

Mi muovo sempre, ma con metodo solo quando ho davanti un obbiettivo.
Quindi si, la motivazione la trovo principalmente nell'obbiettivo.
La soddisfazione nel conseguimento dell'obbiettivo, indipendentemente dal risultato, è totale quando ripensi anche a tutto il viaggio di preparazione.
rondo
 
Messaggi: 443
Iscritto il: 06/09/2010, 7:33

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda El_Gae » 14/03/2019, 13:12

La prima risposta che mi viene è boh!? Nel senso che ho iniziato a correre perché dovevo dimagrire, poi mi sono dato il classico obiettivo da obeso, la maratona, più per sfida che come idea di diventare un maratoneta. Poi siccome avevo fatto schifo e sofferto un sacco ho deciso di dimagrire facendomi seguire, poi avevo un'altra maratona, poi una ultra... ad oggi forse sono più sbilanciato sull'avere un obiettivo. A volte mi piace non avere gare in programma, uscire solo per uscire. Ma finisce quasi sempre che duro poco perché, anche se poche, qualche gara mi piace averla nel mirino e poi il casino organizzativo è tale che, senza una motivazione esterna, anche i buoni propositi andrebbero a farsi benedire.
Avatar utente
El_Gae
 
Messaggi: 680
Iscritto il: 27/08/2014, 14:35

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda Lorenzo78 » 14/03/2019, 13:32

Direi Entrambi!

tra l'altro a me piace far tanti sport diversi in modo da ogni volta aver il piacere di sceglier cosa fare!
e poi se punto una gara il periodo prima lo dedico alla preparazione della stessa focalizzandomi ma senza esagerare.

il divertimento ,perchè a parte i primi dieci delle classifiche tutti gli altri lo facciamo per quello no? ;) , di uscir ogni giorno è il miglior obiettivo da porsi, poi le gare possono esser la chicca /sfizio .

inserire troppe gare in calendario (ce ne sono veramente tante e belle) rischia poi di diventare anche antiallenante, perchè tra pre e post gara praticamente sei sempre fermo e sotto stress.

Non nascondo che ultimamente per preparar gare lunghe ho sofferto l'ansia dei mesi prima di prepararmi, di dover (nonostante ami andar in montagna) uscir in continuazione sempre e solo per far corsa trail a scapito di altre cose, o allenamenti mirati anzichè cose diverse.

POTREBBE ESSER INTERESSANTE SAPERE QUANTE GARE IN MEDIA FACCIAM OGNI ANNO...quello può dar la dimensione della cosa (forse)
Avatar utente
Lorenzo78
 
Messaggi: 432
Iscritto il: 25/05/2014, 20:34

Re: La motivazione, obbiettivo o metodo?

Messaggioda subliminalpop » 14/03/2019, 14:02

Raggiungere con metodo l'obiettivo 8-)

(che poi si tratta di obiettivI, ma se non ce ne sono, è bello lo stesso andare per boschi/montagne)
Avatar utente
subliminalpop
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 17/07/2017, 9:21
Località: Como

Torna a Allenamento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite