SPIRITO TRAIL • Topo Athletic

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

Topo Athletic

Scarpe, abbigliamento, accessori

Moderatore: NoTrail

Re: Topo Athletic

Messaggioda Gaggio » 30/07/2018, 9:10

Giblin , Ambassador Topo, ha contribuito a sviluppare un uovo modello diTopo specificatamente studiato per permettere un po' a tutti di affrontare distanze ultra, le Ultraventure, che tra l'altro hanno suola Vibram, e che già hanno vinto un Award aduna fiera outdoor tenutasi negli States pochi giorni fa.
Avatar utente
Gaggio
 
Messaggi: 3361
Iscritto il: 05/09/2010, 14:37
Località: La Banda dei Malandrini - Prato

Re: Topo Athletic

Messaggioda NoTrail » 02/08/2018, 8:40

Le Altra sono scarpe ottime per le ultra americane, tanto più per un percorso ipercorribile come quello della Western. Io sto finalmente provando le Topo, ci ho messo un po' ma arrivo! Sono davvero delle belle scarpe, chiaramente quando le prendi in mano la sensazione di deja vu è piuttosto forte ma hanno comunque una loro identità. Devono crescere e perfezionare parecchi aspetti, ma è un marchio interessante.

In Europa, invece, siamo proprio su altri numeri. All'E101 c'era una maggioranza imbarazzante di Hoka e Salomon, di queste soprattutto le S/Lab Ultra di D'Haene. Ho visto persino un tizio con un paio di Clifton :shock:
Avatar utente
NoTrail
Amministratore
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 23/07/2012, 16:14
Località: Castiglione Torinese

Re: Topo Athletic

Messaggioda marco » 02/08/2018, 12:41

NoTrail ha scritto:Le Altra sono scarpe ottime per le ultra americane, tanto più per un percorso ipercorribile come quello della Western


Mi inchino e mi prostro ai Guru, ma io ai (miei) tempi d'oro ho usato Altra superior anche su percorsi "bastardi" come l'ultra tour del monte Rosa o altri trail non proprio corribili. E' anche vero che con la mia andatura avrei potuto indossare i Birkenstok che uso per andare in spiaggia, ma non sono proprio (secondo me, anzi IMO ;) ) scarpe da tenere solo per percorsi "corribili", se poi uno vuole provare le Lone Peak, avrebbe di che ricredersi.
Topo Athletic, certo un po' scoperta dell'acqua calda, un po' deja vu, ma ottime scarpe e che riservano solo belle sorprese.

Detto questo cari ragazzacci, mi infilo le mie Crocs e vado al mercato a fare la spesa!

un abbraccio

m.
Avatar utente
marco
 
Messaggi: 1476
Iscritto il: 06/09/2010, 7:31

Re: Topo Athletic

Messaggioda NoTrail » 02/08/2018, 12:48

Marco!! Ma ciao! :-)

Io ci ho fatto dei gran bei giri in montanga con le mie adorate Superior, però ho notato tre problemi: 1) su percorsi rocciosi e taglienti (stile Dolomiti, per capirci) si devastano abbastanza in fretta; 2) la protezione a livello di tomaia è piuttosto risicata; 3) a meno di caratteristiche fisiche particolari del runner, il fit è molto spesso un po' ballerino perché ben pochi riempiono adeguatamente quello spazio nel toebox.

Questo per dire che sono scarpe che ho amato moltissimo, sia le Superior (2.0 e 2.5) sia le Lone Peak (3.0), però in montagna mi trovo meglio con altro. Parere personale, ovviamente, e non intendo dire che non siano scarpe adatte, piuttosto che io preferisco altri modelli per quelle circostanze.

Se corressi solo sui sentieri della Sierra, probabilmente la penserei diversamente.
Avatar utente
NoTrail
Amministratore
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 23/07/2012, 16:14
Località: Castiglione Torinese

Re: Topo Athletic

Messaggioda mircuz » 02/08/2018, 12:57

Un po' come la mia esperienza con le Inov8, qualche anno fa. Scarpe stupende, meravigliose, senti il terreno, aderenza super, ma per correre "sul serio" uso La Sportiva o Hoka, pena la distruzione del tendine di Achille :mrgreen:
Secondo me Topo e Altra (le seconde un po' meno) sono "mode americane". Poi magari tra qualche anno impareranno a fare scarpe sul serio....
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Topo Athletic

Messaggioda Gaggio » 04/08/2018, 6:34

Giorni fa, sui sentieri del mio MonteFerrato, dove in un anello di 10km di percorso con 600mtD+, ci sono si è no 50 metri di singletrack spianato e compatto, il resto tutto un fondo di rocce dissestate - correvo con una di quelle scarpe "da montagna", dopo un mesetto che avevo usato solo Fivefingers e scarpe "destrutturate" (merrell trailglove, new balance minimus) per divertirmi su quel percorso, sulla stessa distanza.

A fine uscita, avevo caviglie e ginocchia, e persino il tendine destro (mio piede di carico in discesa) eccessivamente affaticati!
Un affaticamento del genere, dopo 10km, non mi succede nemmeno dopo 40 km fatti con Altra LonePeak o Topo Runventure.

E questo è successo in quanto, durante la corsa - e me ne rendevo conto benissimo - dovevo sempre compensare l'instabilità di appoggio - dovuta alla rigidità del'intersuola della scarpa e dalla tenuta stretta del contrafforte tallonare- col resto della gamba e del corpo, invece che direttamente col piede, cosa per cui questo è meravigliosamente progettato.

Scarpa "Europea" affaticante, scarpa "Americana" rilassante.

Sarà per questo che Altra (e sempre più Topo in futuro) vanno così bene per la maggior parte dei CORRIDORI, per CORRERE sulle lunghe distanze?
Avatar utente
Gaggio
 
Messaggi: 3361
Iscritto il: 05/09/2010, 14:37
Località: La Banda dei Malandrini - Prato

Re: Topo Athletic

Messaggioda mircuz » 04/08/2018, 20:12

Mah, io di Altra ho sentito tanti commenti negativi. Però sono sicuro che Gaggio e molti altri ci corrono con soddisfazione. A me interessa correre e lo faccio con le scarpe che me lo permettono. Questa è la mia esperienza, ma a ciascuno la sua strada e le sue scarpe. Non credo che sappiate leggere il futuro, comunque, io no di sicuro :mrgreen:
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Re: Topo Athletic

Messaggioda NoTrail » 06/08/2018, 8:14

Quello che dice Gaggio ha un suo senso, ma per me non è comunque un'indicazione applicabile a chiunque. È ovvio che se sei abituato a correre con una scarpa flessibile, tralasciando per un attimo il discorso ammortizzazione, e ti metti nei piedi una scarpa rigida ti ritroverai con tutta una serie di fattori di affaticamento diversi dal solito, lo trovo anche abbastanza intuitivo. E vale anche il contrario: chi è abituato a scarpe strutturate è molto probabile che si ritroverà pieno di acciacchi "nuovi" dopo una corsa con un paio di scarpe iperflessibili e poco supportive.

Io eviterei di generalizzare, sebbene l'opinioni di tester d'esperienza come Gaggio sia utile e contribuisca alla discussione. Dal canto mio, posso dire che con Topo o Altra non ci vado più così volentieri su terreni troppo tecnici. Non che non si possa fare, semplicemente trovo che non abbia molto senso. Mi è passata da un pezzo la fascinazione per i Tarahumara che corrono in sandali sulle pietre, e lo dico col sorriso: bravi loro e chi ci riesce, ma a me la cosa non interessa più così tanto e non ci vedo nulla di così eroico.

Ci ho pensato giusto ieri, quando mi sono andato a intabarrare su un salita "off trail" che ha sconfinato nello scrambling in diverse occasioni. Avevo le Topo Runventure 2 ai piedi, e ho proprio pensato che non ha alcun senso complicarsi la vita in questo modo: una calzata più precisa e una suola aggressiva mi avrebbero dato molta sicurezza in più. Quando, allungando il giro per evitare un rientro troppo scabroso sulla via di salita, mi sono poi ricongiunto a un sentiero che si allacciava ad una stradina sterrata, lì le Topo hanno confermato la loro vocazione di scarpa per correre sul terreno facile, cosa che fanno in maniera davvero egregia.

Sì, è vero, si può correre in sandali e battere Scott Jurek, non lo nego e trovo che sia un'idea affascinante. Ma questo significa davvero che sarebbe una buona idea per tutti noi?
Avatar utente
NoTrail
Amministratore
 
Messaggi: 1592
Iscritto il: 23/07/2012, 16:14
Località: Castiglione Torinese

Re: Topo Athletic

Messaggioda mircuz » 09/08/2018, 13:59

Io contesto, e non mi riferisco ai precedenti interventi, chi tende ad essere assolutista "questo è meglio e tutti gli altri sbagliano". Invece quello che volevo sottolineare del mio precedente post, è che a me interessa correre, e come farlo è un aspetto secondario, anche se interessa pure a me provare e sperimentare. C'è chi invece mette al primo posto lo stile di corsa o la scarpa o la filosofia. Abbiamo solo traguardi diversi, oppure percorriamo strade diverse per ottenere lo stesso risultato: correre e stare bene.
Avatar utente
mircuz
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 26/01/2015, 16:15

Torna a Materiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Massimo1974++ e 7 ospiti