SPIRITO TRAIL • Calcificazioni su tendine rotuleo

SPIRITO TRAIL

Trail Running Forum

Calcificazioni su tendine rotuleo

Tutto ciò che è trail!

Moderatori: blackmagic, leosorry

Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda Ico » 11/05/2019, 10:37

Qualche trailer navigato ha già avuto questo problema? Da almeno due tre anni ho periodicamente dolori al tendine rotuleo destro, anche a causa di un leggero valgismo nella gamba destra. Solitamente ne soffrivo di più in periodo invernale, quando faccio più km su asfalto e il passo costante su questa superficie esaspera questo fastidio. Erano sufficienti alcune mesoterapie per superarlo.
Da inizio aprile il dolore è peggiorato e mi ha costretto a camminare praticamente tutta la Miut, il problema è soprattutto nelle discese soprattutto forti pendenze e fondi molto sconnessi. Lunedì scorso ho fatto un’ecografia che ha evidenziato la presenza di calcificazioni. Ho la sensazione che se non le rimuovo il dolore non andrà via.
Qualcuno di voi ha suggerimenti? Mi è stato prospettato un’iniezione locale e quindi le onde d’urto.
Per ora solo qualche antinfiammatorio è sempre ghiaccio mattino e sera ma non è la
soluzione :-(
Martin &co forza, risollevate l’umore di un trail addicted, ho ultra tour Monte Rosa da preparare!!
Avatar utente
Ico
 
Messaggi: 1374
Iscritto il: 31/01/2013, 14:21
Località: Canavese

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda otorongo » 14/05/2019, 14:10

Ciao ICO.
Ho sofferto in passato di calcificazioni all" inserzione del muscolo tensore della fascia lata sul gran trocantere.
In tre anni ho fatto due cicli da tre onde di urto per volta per anno. ( 3 + 3 in poche settimane)
Nel mio caso hanno funzionato, anche se poi le recidive ci sono state.
Importante che siano onde di urto focali. Con un operatore medico.
quelle radiali potrebbero non fare effetto se le calcificazioni sono in profondita".
Nel mio caso lo erano.
Altra cosa importante...nel caso che le calcificazioni non siano facili da localizzare, il dolore che provi al momento del trattamento e" il segnale che stanno lavorando bene.
quindi la collaborazione di un bravo operatore che cerca il punto giusto e" fondamentale. Ma che iniezione dovresti fare prima?

ciao.
Avatar utente
otorongo
 
Messaggi: 380
Iscritto il: 19/07/2013, 7:40
Località: como

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda martin » 14/05/2019, 14:27

Ico ha scritto:Qualche trailer navigato ha già avuto questo problema? Da almeno due tre anni ho periodicamente dolori al tendine rotuleo destro, anche a causa di un leggero valgismo nella gamba destra. Solitamente ne soffrivo di più in periodo invernale, quando faccio più km su asfalto e il passo costante su questa superficie esaspera questo fastidio. Erano sufficienti alcune mesoterapie per superarlo.
Da inizio aprile il dolore è peggiorato e mi ha costretto a camminare praticamente tutta la Miut, il problema è soprattutto nelle discese soprattutto forti pendenze e fondi molto sconnessi. Lunedì scorso ho fatto un’ecografia che ha evidenziato la presenza di calcificazioni. Ho la sensazione che se non le rimuovo il dolore non andrà via.
Qualcuno di voi ha suggerimenti? Mi è stato prospettato un’iniezione locale e quindi le onde d’urto.
Per ora solo qualche antinfiammatorio è sempre ghiaccio mattino e sera ma non è la
soluzione :-(
Martin &co forza, risollevate l’umore di un trail addicted, ho ultra tour Monte Rosa da preparare!!


Scusami Ico ho visto appena adesso. Secondo me Otorongo ti ha dato la risposta giusta - onde d'urto. Io ho avuto un problema simile ma al gomito invece che al ginocchio. Ha funzionato bene. Nel giro di un mese mi ha messo a posto al 50/60%, con il tempo è andato a posto del tutto. 3 trattamenti con dolori intensi (dolore strano perchè al gomito mi faceva anche un po ridere mentre stringevo i denti). Molto dolore anche nei giorni successivi. Come dice Otorongo il dolore sembra un segnale che sta funzionando.
Altra volta avevo fatto con onde d'urto che non facevano male ne prima ne dopo - in fatti non ha funzionato.
Avatar utente
martin
 
Messaggi: 2144
Iscritto il: 03/10/2012, 7:27

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda gogo » 14/05/2019, 16:30

Ciao Enrico, io ho imparato a conviverci ormai da 4-5 anni ma le calcificazioni le ho al tendine achilleo.
Ovviamente il fastidio non era continuo e costante ma nel momento in cui esageravo con lavori e kmtraggi le microcalcificazioni si facevano sentire eccome; in questi casi intervenivo con cicli di onde urto che avevano effettivamente un buon risultato (sarebbero state più indicate quelle focali ma in zona qui da me nessuno le aveva); l'importante era non fare lavori d'allenamento pesanti in quei periodi e soprattutto saper sopportare le martellate sull'osso :lol:
Da quando mi alleno con più costanza e con più logica, aumentando gradatamente lavori e lunghezza delle gare va molto meglio.
Ai primi di gennaio però dopo un mese di stop voluto x recuperare le fatiche del ns amato ma usurante sport mi è tornato immediatamente e mi sono x la prima volta affidato ad un osteopata che mi ha rimesso in dima e ora ci convivo molto bene.
Certo ho uno sperone molto pronunciato ed una "borsa" di liquido sul tallone a conferma dello stato infiammatorio ma riesco a far tutto ( a volte metto del ghiaccio ).
Conosco persone che si sono fatte operare x "ripulire" la zona e farsi dare una grattata all'osso ma i risultati sono stati non sempre positivi.
Quindi sulle onde d'urto x me è sì, mentre sulle iniezioni non saprei. ;)
Avatar utente
gogo
 
Messaggi: 674
Iscritto il: 13/02/2013, 14:16
Località: Parabiago (MI)

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda Pier 62 DT » 14/05/2019, 18:31

Idem come gogo (a parte la borsa) ,due cicli da tre sedute distanziate da mesi e direi che anche se non risolto al 100 ci convivo molto bene su tutti i chilometraggi quasi senza fastidio.
Mi ha fatto provare la seconda volta anche un trattamento con un ferro direttamente sul punto (non ricordo i termine medico preciso ) , li ha rischiato di prenderle dal dolore.
Pier 62 DT
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 13/10/2014, 11:43

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda Ico » 15/05/2019, 8:30

Grazie a tutti per i suggerimenti e per aver condiviso le vostre esperienze.
@otorongo: l'iniziezione non è legata a onde d'urto, è a base di una sostanza che dovrebbe favorire la rottura delle calcificazioni ed è preceduta da una leggera anestesia locale, ora mi sfugge il nome del prodotto.
Le onde d'urto focalizzate dovrebbero essere le più inidcate e anche non cosi dolorose come le radiali, credo mi orienterò su questa strada ;)
Avatar utente
Ico
 
Messaggi: 1374
Iscritto il: 31/01/2013, 14:21
Località: Canavese

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda Meuri » 15/05/2019, 11:23

Ciao,
ho avuto anch'io problemi di calcificazioni al rotuleo, felicemente risolti con un ciclo di 6 sedute di onde d'urto (dopo 10 di tecar assolutamente inutili). A parte il dolore dopo la seduta, il beneficio l'ho sentito subito nelle settimane successive... poi è servito qualche mese affinchè il dolore sparisse del tutto...
Meuri
 
Messaggi: 41
Iscritto il: 09/04/2015, 13:32

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda Ico » 16/05/2019, 9:16

@Otorongo, sono risalito al nome del farmaco iniettabile: EDTA, una sostanza chelante del calcio. Ciò vuol dire che la sua azione è quella di “sciogliere” i depositi calcifici che imbrigliano il tendine.
E' un alternativa alle onde d'urto.
Avatar utente
Ico
 
Messaggi: 1374
Iscritto il: 31/01/2013, 14:21
Località: Canavese

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda otorongo » 17/05/2019, 14:42

Non conoscevo questo metodo.
Presumo quindi che abbinato alle onde di urto possa avere un ottimo risultato.
In bocca al lupo e buon tutto.
claudio.
Avatar utente
otorongo
 
Messaggi: 380
Iscritto il: 19/07/2013, 7:40
Località: como

Re: Calcificazioni su tendine rotuleo

Messaggioda Ico » 21/05/2019, 8:38

Esatto Otorongo, l'idea è abbinare le due terapie in modo sinergico.
Ieri iho fatto la prima seduta di onde d'urto, a tratti un pò dolorosa direi, comunque sopportabile :)
Piuttosto mi ha spiazzato il fisioterapista quando mi ha spiegato che dopo la terza seduta è necessario attendere 3-4 settimane a riposo per valutare la guarigione :shock: D'accordo non correre su discese impegnative ma completamente fermi mi pare un pò esagerato o sbaglio?
Avatar utente
Ico
 
Messaggi: 1374
Iscritto il: 31/01/2013, 14:21
Località: Canavese

Torna a Mondo Trail

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 11 ospiti